Salta il contenuto
CONSEGNA IN TUTTA ITALIA IL GIORNO SUCCESSIVO AL TUO ORDINE!
CONSEGNA IN TUTTA ITALIA IL GIORNO SUCCESSIVO AL TUO ORDINE!

Rosso Di Montepulciano Sabazio 2014 - Antinori

Risparmia €1,00 Risparmia €1,00
Prezzo originale €9,90
Prezzo originale €9,90 - Prezzo originale €9,90
Prezzo originale €9,90
Prezzo scontato €8,90
€8,90 - €8,90
Prezzo scontato €8,90
iva inclusa
Categoria: Vino rosso
Provenienza: Toscana
Annata: 2014
Formato: 750 ml
Denominazione: DOC
Vitigni: Merlot, Prugnolo gentile
Alcol: 13 % vol.
Temperatura di servizio: 15/18 °C
Aroma: N.D.
Abbinamenti: Pasta anche ripiena con ricchi sughi a base di carne

Dopo un’estate fresca caratterizzata anche da qualche pioggia, le uve destinate al Sabazio 2014 sono state raccolte intorno alla metà di settembre. Le caratteristiche dell’annata hanno privilegiato gli aromi fruttati e la fragranza del vino rispetto al corpo, per cui la vinificazione è stata volta a privilegiare i primi senza forzare le estrazioni. Dopo una macerazione di circa 7 giorni in tini di acciaio, il vino ottenuto è stato travasato in botti grandi, dove ha svolto la fermentazione malolattica ed iniziato un periodo di affinamento della durata di circa 4 mesi. Il vino così ottenuto è stato quindi preparato per l’imbottigliamento. Il Sabazio 2014 racchiude tutte le caratteristiche di un’annata fresca. Al naso presenta aromi di frutta fresca e note floreali, che continuano in bocca sostenuti da una buona acidità e mineralità. Il finale è morbido e sapido. Si abbina bene a primi piatti a base di pasta anche ripiena con ricchi sughi a base di carne.

Antinori

Famiglia patrizia già attiva nel commercio nel 1302, gli Antinori furono protagonisti nella fiorente attività economica della città tra il 1336 e il 1340. E già a partire dal 1385, Giovanni di Pietro Antinori entrò nella compagnia dell'Arte dei Vinattieri. La stessa attività che i suoi eredi hanno proseguito secolo dopo secolo, arrivando fino al giorno d'oggi. Decima azienda familiare più antica del mondo, sono 26 generazioni che qui si fa vino, nel rispetto di una tradizione che si perde ai tempi di Leonardo da Vinci ma con l'attenzione indispensabile a presentare prodotti di altissima qualità anche al consumatore d'oggi. "Le antiche radici giocano un ruolo importante nella nostra filosofia, ma non hanno mai inibito il nostro spirito innovativo", ama dire il Marchese Piero. E per questo le tradizionali tenute in Toscana e Umbria hanno accolto nei secoli e decenni uve autoctone e internazionali, coltivazioni e fermentazioni sempre nuove e coerenti con una tradizione già apprezzata da Caterina e Cosimo III de' Medici.