Salta il contenuto
CONSEGNA IN TUTTA ITALIA IL GIORNO SUCCESSIVO AL TUO ORDINE!
CONSEGNA IN TUTTA ITALIA IL GIORNO SUCCESSIVO AL TUO ORDINE!

Champagne Dom Ruinart Blanc De Blancs Grand Cru 1998 - Ruinart

Prezzo originale €185,00 - Prezzo originale €185,00
Prezzo originale
€185,00
€185,00 - €185,00
Prezzo scontato €185,00
iva inclusa
Categoria: Champagne
Provenienza: Francia
Annata: 1998
Formato: 750 ml
Denominazione: Champagne AOC
Vitigni: Chardonnay 100%
Alcol: 12,5 % vol.
Temperatura di servizio: 8/10 °C
Aroma: Castagne, cocco, pane fresco, sentori floreali e agrumati
Abbinamenti: Primi e secondi di pesce

L'eccellenza ha le sue regole. Capita anche ai vini, come l'annata 1998 in Champagne: nata senza particolari aspettative, si è rivelata nel tempo come un paradiso dei sensi. Nato nel 1959 come omaggio a Dom Thierry Ruinart, questo bianco nobile e prestigioso nasce dal 100% di uve Grand Cru della della Côte des Blancs. Fine e rotondo, fresco e vinoso, è un vero e proprio esercizio di stile per Ruinart. Tanto da essere diventato l'anima della Maison. Millesimato, ogni goccio proviene da uve rigorosamente del 1998.

Ruinart

Chi produce Champagne pensa alla Maison Ruinart, la più antica Maison du Champagne. La sua storia è lunga quasi 300 anni e ha inizio nel 1680, anno in cui il monaco benedettino Dom Thierry Ruinart viene chiamato presso l'abbazia di Saint-Germain-des-Prés. Qui, a pochi passi da Parigi, Dom Thierry si rivela come un grandissimo studioso del mondo cristiano ma anche come un uomo attento alla vita mondana parigina, ai suoi costumi e alle sue mode. In particolare per quanto riguarda un nuovo vino, già molto ambito tra i giovani aristocratici. Presto il mondo intero lo conoscerà come "Champagne". Anni dopo, il commerciante di drapperie Nicolas Ruinart decise di dare corpo all'intuizione dello zio monaco e a Reims aprì il primo registro contabile dedicato al "vin de bulles". Era il 1° settembre 1729: una data che avrebbe cambiato per sempre il modo di fare festa con una bottiglia di vino. Nicolas prese molto sul serio il suo impegno, prima rilevando la proprietà di antiche cave di gesso scavate sotto la città di Reims e risalenti all'epoca gallo-romana, quindi effettuando la prima spedizione di champagne rosé. Il retaggio della casata fu portato avanti dai suoi eredi, presto insigniti di titolo nobiliare e che generazione dopo generazione hanno visto susseguirsi Chef de Maison di grande talento, il cui obiettivo è quello di migliorare costantemente il vino studiato da Dom Thierry mantenendone sempre integra la tradizione.