Salta il contenuto
CONSEGNA IN TUTTA ITALIA IL GIORNO SUCCESSIVO AL TUO ORDINE!
CONSEGNA IN TUTTA ITALIA IL GIORNO SUCCESSIVO AL TUO ORDINE!

Champagne Dom Perignon Brut 2008 - Moet Et Chandon

Finito! Presto on line
Prezzo originale €170,00
Prezzo originale €170,00 - Prezzo originale €170,00
Prezzo originale €170,00
Prezzo scontato €160,00
€160,00 - €160,00
Prezzo scontato €160,00
iva inclusa
Categoria: Champagne
Provenienza: Francia
Annata: 2008
Formato: 750 ml
Denominazione: Champagne AOC
Vitigni: Chardonnay, Pinot Meunier, Pinot Nero
Alcol: 12,5 % vol.
Temperatura di servizio: 6/8 °C
Aroma: Crosta di pane e miele su fondo minerale, prigiona intense note floreali e di tostatura
Abbinamenti: Funghi porcini grigliati o possiamo smitizzarlo con una carbonara, perfetto su crudo di crostacei

Champagne Dom Perignon Brut C'è un solo modo per fare festa ai massimi livelli, per regalarsi un brindisi unico al mondo, che solo i più profondi amanti del vino e della vita si sono potuti concedere negli ultimi trecento anni. Stappare insieme un Dom Perignon e degustarlo lentamente, goccia dopo goccia, fissandosi negli occhi. Un vino preceduto solo ed esclusivamente dalla sua fama, e da una nomea che l'ha reso nei secoli un autentico sinonimo del lusso e della gioia di vivere.

Moet Et Chandon

Un nome, una leggenda. Il vino da festa, nell'immaginario collettivo, si chiama Champagne, e lo Champagne nell'immaginario collettivo si chiama Dom Perignon. A ben donde, almeno per due motivi. Il più recente: la scelta di Dom Perignon di creare solo ed esclusivamente champagne millesimati. Un impegno assoluto, possibile solo tramite le migliori uve disponibili. E che rendono ogni bottiglia di Dom Perignon un autentico atto di creazione. E poi una ragione ben più storica e ancestrale. Quasi avvolta da una cortina di mito. Dom Perignon è infatti Dom Pierre Perignon, il monaco benedettino ancora oggi considerato il vero e proprio inventore dello Champagne in carne ed ossa. Ciò che è accertato è che fu senz'altro lui quantomeno ad affinarlo, con tre regole cardine che ancora oggi vengono applicate per le versioni più esclusive di questo vino noto in tutto il mondo. Prima regola è quella delle "basse rese", che impone alle vigne una produzione minore per quantità, ma dall'altissima qualità. Le altre due sono il "cru", con vigneti uguali piantati però in aree differenti, e l'assemblaggio. Che prima di allora non era mai stato praticato. Una storia già leggendaria, ma che vanta altri protagonisti a loro volta passati alla storia.