Salta il contenuto
CONSEGNA IN TUTTA ITALIA IL GIORNO SUCCESSIVO AL TUO ORDINE!
CONSEGNA IN TUTTA ITALIA IL GIORNO SUCCESSIVO AL TUO ORDINE!

Athanatos Bianco Igt 2013 - Putzenhof

Risparmia €6,10 Risparmia €6,10
Prezzo originale €33,00
Prezzo originale €33,00 - Prezzo originale €33,00
Prezzo originale €33,00
Prezzo scontato €26,90
€26,90 - €26,90
Prezzo scontato €26,90
iva inclusa
Categoria: Vino bianco
Provenienza: Trentino Alto Adige
Annata: 2013
Formato: 750 ml
Denominazione: IGT
Vitigni: Chardonnay, incrocio Manzoni, Riesling, Sauvignon Blanc
Alcol: 11,5 % vol.
Temperatura di servizio: 10/12 °C
Aroma: Melone, accenno erbaceo di pomodori, pesca
Abbinamenti: Piatti vegetariani

Il progetto Catasto deriva dall’intuizione di Roman che vede nel loro vigneto più alto un valore speciale che meritava un nome spiaciale: deriva infatti dalla particella catastale del comune di Laives. Ricerche storiche portano infatti a individuare quella zona come un antica via romana che permetteva il collegamento tra Bolzano e Laives, ma non solo, si trovano tracce chiare del fatto che fosse una stazione di posta, luogo in cui i vecchi cavalieri romani potevano trovare ristoro dai lunghi viaggi. I vini sono un’omaggio all’anima dell’Alto Adige: Tuatara Riesling, Athanatos Bianco, un blend di uve sotricamente coltivate in Sud-Tirol e Athanatos Rosso, un tributo alle uve a bacca rossa che hanno reso l’Alto Adige famoso nel mondo.

Putzenhof

Putzenhof è una delle piacevoli rarità della produzione vitivinicola italiana. Azienda a conduzione familiare situata a sud di Bolzano, una perla incastonata nell’Alto Adige. La storia inizia nel lontano1956, quando i nonni dell’attuale gestore dell’impresa, Roman Mottironi, decisero di comprare un antico maso arroccato su una collina e addossato ai piedi di una parete porfirica. La strada d’accesso al podere era quasi impraticabile, la casa cadeva letteralmente a pezzi e i vigneti trascurati. In compenso la posizione, con una vista mozzafiato che spazia dal Burgraviato fino alla Bassa Atesina e alle montagne circostanti, le condizioni climatiche e l’esposizione dei filari erano ottime. Per questo l’attività riprende e le terre intorno al maso cominciano a rivivere. Poco più di cinque ettari di vigneti e l’ettaro e mezzo di meleti. Da sempre la produzione vinicola è stata destinata a coprire il proprio fabbisogno, mentre dal 2009 è iniziato l’imbottigliamento di vino DOC per la commercializzaione…