Bevo.it

SPEDIZIONE GRATUITA OLTRE 69 €

Sassella Superiore 2017 – Nino Negri

13,90 12,90

Un cuore di Chiavennasca, denominazione valtellinese del Nebbiolo, per un rosso pieno, intensamente rubino tendente al granato. Un rosso che vi potrà accompagnare in ogni occasione, dalla più formale alla più sfiziosa, rendendola speciale. Le sue anime sono diverse, come quelle di una passione capace di sprigionarsi in qualsiasi ambiente regalandovi sensazioni sempre nuove e sorprendenti. Cresciuto in collina e baciato dal sole grazie all’esposizione a sud, il suo Nebbiolo matura nel legno per dare corpo e morbidezza alla sua anima fruttata, che emerge già al primo respiro con sentori di marmellata di lamponi, resina e goudron. Sarà quindi il sapore a rapirvi. Asciutto ma armonico, saprà rapirvi con il distinto fondo di prugna essiccata e di mandorla tostata, a lungo persistente. Un vino elegante ma accogliente, il compagno perfetto per una notte di passioni sfaccettate e indimenticabili.

Nino Negri

 

Un grande affare di famiglia

 

La grande tradizione della Valtellina nel mondo del vino non ha bisogno di presentazioni e a contribuire alla sua grandezza c’è Nino Negri. Fu lui nel lontano 1897 a decidere di dare una scossa al panorama vitivinicolo della zona, fondando l’azienda che i suoi successori hanno reso sempre più grande generazione dopo generazione. Già il figlio Carluccio nel 1927 sancì l’esplosione del nome del padre. Che aveva già provveduto a registrare la ditta alla Camera di Commercio di Sondrio. Una ditta che nel dopoguerra divenne un punto di riferimento della Lombardia orientale, arrivando a lambire vigneti fino alle rive del Garda.

Un occhio di riguardo per la Valtellina

 

La visione e l’amore di Nino e Carluccio Negri proseguono ancora oggi, in un’azienda agricola che fa della massima sostenibilità ambientale uno dei suoi marchi di fabbrica. Sono trenta gli ettari dedicati ai vitigni più rinomati della zona, dal tipico Sfursat alla Valtellina Superiore. Il tutto con la più certosina cura nei confronti della materia prima e del processo produttivo. Una conoscenza lunga oltre un secolo, e che si presenta ai giorni nostri con l’ambizione di regalare a tutti un prodotto di qualità eccelsa e migliorato costantemente con il trascorrere delle generazioni.

Mani sapienti per un vino senza pari

 

L’attentissimo lavoro di Nino Negri inizia già tra i filari, dove ogni grappolo è osservato e curato in ogni sua fase produttiva fino alla bottiglia. Solo uva pregiata e nel massimo della sua qualità si presenta in cantina, dove viene affidata alle sapienti mani di Casimiro Maule: una carriera di oltre quaranta vendemmie, per avere la certezza di regalarvi solo ed esclusivamente vini che hanno il gusto dell’eccellenza.

Sassella Superiore 2017 – Nino Negri

13,90 12,90

Un cuore di Chiavennasca, denominazione valtellinese del Nebbiolo, per un rosso pieno, intensamente rubino tendente al granato. Un rosso che vi potrà accompagnare in ogni occasione, dalla più formale alla più sfiziosa, rendendola speciale. Le sue anime sono diverse, come quelle di una passione capace di sprigionarsi in qualsiasi ambiente regalandovi sensazioni sempre nuove e sorprendenti. Cresciuto in collina e baciato dal sole grazie all’esposizione a sud, il suo Nebbiolo matura nel legno per dare corpo e morbidezza alla sua anima fruttata, che emerge già al primo respiro con sentori di marmellata di lamponi, resina e goudron. Sarà quindi il sapore a rapirvi. Asciutto ma armonico, saprà rapirvi con il distinto fondo di prugna essiccata e di mandorla tostata, a lungo persistente. Un vino elegante ma accogliente, il compagno perfetto per una notte di passioni sfaccettate e indimenticabili.

Nino Negri

 

Un grande affare di famiglia

 

La grande tradizione della Valtellina nel mondo del vino non ha bisogno di presentazioni e a contribuire alla sua grandezza c’è Nino Negri. Fu lui nel lontano 1897 a decidere di dare una scossa al panorama vitivinicolo della zona, fondando l’azienda che i suoi successori hanno reso sempre più grande generazione dopo generazione. Già il figlio Carluccio nel 1927 sancì l’esplosione del nome del padre. Che aveva già provveduto a registrare la ditta alla Camera di Commercio di Sondrio. Una ditta che nel dopoguerra divenne un punto di riferimento della Lombardia orientale, arrivando a lambire vigneti fino alle rive del Garda.

Un occhio di riguardo per la Valtellina

 

La visione e l’amore di Nino e Carluccio Negri proseguono ancora oggi, in un’azienda agricola che fa della massima sostenibilità ambientale uno dei suoi marchi di fabbrica. Sono trenta gli ettari dedicati ai vitigni più rinomati della zona, dal tipico Sfursat alla Valtellina Superiore. Il tutto con la più certosina cura nei confronti della materia prima e del processo produttivo. Una conoscenza lunga oltre un secolo, e che si presenta ai giorni nostri con l’ambizione di regalare a tutti un prodotto di qualità eccelsa e migliorato costantemente con il trascorrere delle generazioni.

Mani sapienti per un vino senza pari

 

L’attentissimo lavoro di Nino Negri inizia già tra i filari, dove ogni grappolo è osservato e curato in ogni sua fase produttiva fino alla bottiglia. Solo uva pregiata e nel massimo della sua qualità si presenta in cantina, dove viene affidata alle sapienti mani di Casimiro Maule: una carriera di oltre quaranta vendemmie, per avere la certezza di regalarvi solo ed esclusivamente vini che hanno il gusto dell’eccellenza.

30 SECONDIStiamo sviluppando il nuovo sito di Bevo.it e vorremmo qualche consiglio da parte tua.

Compila in questionario e ricevi uno sconto del 15% per provare la nuova piattaforma di Bevo.it !

Carrello della spesa
There are no Prodottos in the cart!
Continua a fare acquisti
0