Bevo.it

SPEDIZIONE GRATUITA OLTRE 69 €

Caratteristiche


pronta consegna
Pronta consegna garantita| si
Categoria
Categoria |
formato
Formato |
Gradazione
Gradazione |
Provenienza
Provenienza |
colore
Colore |
Aroma
Aroma |
Gusto
Gusto |
Giudizio
Giudizio di bevo.it |

Pear Of Peaches Cl.35,5 – Avery Brewing (Lattina)

3,50

Imperial hazy IPA realizzata con pesca, pera e 3 varianti di luppolo (Mosaic, Simcoe e Amarillo). Questa potente IPA vi sorprenderà per l’estrema bevibilità gran ad un giusto mix fra note fruttate e maltate. Questo nettare vi farà venire l’acquolina in bocca per il suo finale amaro.

Avery Brewing

 

Un sogno americano, una missione possibile

 

La birra, per prima cosa. Tutto il resto a seguire. Questo è lo spirito che soffiava a Boulder, nel Colorado, quando nel 1993 il 27enne Adam Avery diede corpo a un sogno: creare birre coraggiose, audaci, uniche nel loro genere. Senza sconfessare le tradizioni del Vecchio Mondo, ma con un cuore profondamente americano. Missione compiuta già un anno dopo, quando vinse il primo grande premio internazionale al GABF, il Great American Beer Festival. Per diventare anno dopo anno ciò che è oggi: un punto di riferimento mondiale per chi cerca lager e ale dal carattere inimitabile.

Tra le montagne e il deserto, sulle tracce dei Nativi

 

La birra Avery nasce in una terra senza pari, selvaggia, avventurosa, rustica e affascinante. La città di Boulder, desertica e montuosa, universitaria e ribelle, si trova infatti a un’altitudine di quasi 1700 metri sul livello del mare, con un cuore incastonato sulle Montagne Rocciose e uno sguardo che si perde nell’immensità delle Grandi Pianure del Midwest americano. E qui, ai piedi dei caratteristici Flatirons (formazioni di arenaria che sono uno dei tanti simboli dello splendido Colorado). Qui hanno soggiornato gli Arapaho, gli Cheyenne, i Comanche, i Sioux. Popolazioni straordinarie che hanno in qualche modo trasmesso saggezza e spirito d’avventura fino ad oggi.

Due canoni per un nuovo punto di riferimento mondiale

 

Adam Avery ha infatti perseguito la sua missione nel rispetto di due canoni molto precisi. Il primo è quello di approfondire la più profonda conoscenza birraria dell’Europa, aggiungendoci l’ingegno e la voglia di sperimentare che solo una terra come il Colorado poteva garantire. Il sogno americano è divenuto in pochi anni una solida realtà, con il nome Avery che oggi è sinonimo di grande qualità, sperimentazione e capacità di sorprendere sempre. Perché, come dicevano i Nativi Americani: “Gli uomini che lavorano sempre non hanno tempo per sognare, e solo chi ha tempo per sognare trova la saggezza”.

Pear Of Peaches Cl.35,5 – Avery Brewing (Lattina)

3,50

Caratteristiche


pronta consegna
Pronta consegna garantita| si
Categoria
Categoria |
formato
Formato |
Gradazione
Gradazione |
Provenienza
Provenienza |
colore
Colore |
Aroma
Aroma |
Gusto
Gusto |
Giudizio
Giudizio di bevo.it |

Imperial hazy IPA realizzata con pesca, pera e 3 varianti di luppolo (Mosaic, Simcoe e Amarillo). Questa potente IPA vi sorprenderà per l’estrema bevibilità gran ad un giusto mix fra note fruttate e maltate. Questo nettare vi farà venire l’acquolina in bocca per il suo finale amaro.

Avery Brewing

 

Un sogno americano, una missione possibile

 

La birra, per prima cosa. Tutto il resto a seguire. Questo è lo spirito che soffiava a Boulder, nel Colorado, quando nel 1993 il 27enne Adam Avery diede corpo a un sogno: creare birre coraggiose, audaci, uniche nel loro genere. Senza sconfessare le tradizioni del Vecchio Mondo, ma con un cuore profondamente americano. Missione compiuta già un anno dopo, quando vinse il primo grande premio internazionale al GABF, il Great American Beer Festival. Per diventare anno dopo anno ciò che è oggi: un punto di riferimento mondiale per chi cerca lager e ale dal carattere inimitabile.

Tra le montagne e il deserto, sulle tracce dei Nativi

 

La birra Avery nasce in una terra senza pari, selvaggia, avventurosa, rustica e affascinante. La città di Boulder, desertica e montuosa, universitaria e ribelle, si trova infatti a un’altitudine di quasi 1700 metri sul livello del mare, con un cuore incastonato sulle Montagne Rocciose e uno sguardo che si perde nell’immensità delle Grandi Pianure del Midwest americano. E qui, ai piedi dei caratteristici Flatirons (formazioni di arenaria che sono uno dei tanti simboli dello splendido Colorado). Qui hanno soggiornato gli Arapaho, gli Cheyenne, i Comanche, i Sioux. Popolazioni straordinarie che hanno in qualche modo trasmesso saggezza e spirito d’avventura fino ad oggi.

Due canoni per un nuovo punto di riferimento mondiale

 

Adam Avery ha infatti perseguito la sua missione nel rispetto di due canoni molto precisi. Il primo è quello di approfondire la più profonda conoscenza birraria dell’Europa, aggiungendoci l’ingegno e la voglia di sperimentare che solo una terra come il Colorado poteva garantire. Il sogno americano è divenuto in pochi anni una solida realtà, con il nome Avery che oggi è sinonimo di grande qualità, sperimentazione e capacità di sorprendere sempre. Perché, come dicevano i Nativi Americani: “Gli uomini che lavorano sempre non hanno tempo per sognare, e solo chi ha tempo per sognare trova la saggezza”.

Iscriviti alla newsletter di Bevo.itSubito 50€ per la tua spesa da bere !

 

 

 

** Utilizzi GMail o Hotmail? Controlla nella cartella "Promozioni" 

Carrello della spesa
There are no Prodottos in the cart!
Continua a fare acquisti
0