Bevo.it

SPEDIZIONE GRATUITA OLTRE 69 €

Lillet Rouge – Lillet

15,90

Un sorso di Belle Époque, direttamente a casa tua. Se volete assaporare gli stessi aromi che ispirarono e fecero innamorare Paul Gauguin, Edgar Degas o Henri de Toulouse-Lautrec nel florido Ottocento francese, questo è il brindisi che fa per voi. Aperitivo classico della cultura d’Oltremanica, il Lillet Rouge è un sensazionale rosso nato sulle foci della Gironda grazie all’aggiunta di alcol e speciali erbe, spezie e radici con tutti i profumi e i sentori della Francia più profonda. Lucente, come il suo rosso rubino. Intenso, come le note di frutti rossi, agrumi, spezie, rabarbaro, che sprigionerà nelle vostre narici. Per poi liberare il suo sapore morbido e avvolgente, dal sentore tannico e la prolungata persistenza balsamica. Un sorso di classe, per un brindisi degno di chi vuole godersi la vita. E sa che trascorrere insieme una notte indimenticabile è un’arte.

Lillet

 

Di ispirazione per James Bond

 

Pensate all’eleganza e al tormento di James Bond, e al suo amore profondo quanto turbolento per la sensuale e torbida Vesper Lynd. Creando i suoi due immortali personaggi, l’immortale Ian Fleming pensò anche a uno dei classici cocktail della tradizione di 007. Che non comprendeva, questa volta, il classico vermouth italiano, ma un caposaldo dell’antica tradizione francese degli aperitivi: il Lillet. Una storia nata in piena Belle Époque, uno dei periodi più stuzzicanti e ricchi di fascino della storia dei salotti di Parigi e non solo.

Lo spirito della Belle Époque

 

Il Lillet, a dirla tutta, nasce nella zona di Bordeaux. Per la precisione a Pondesac, splendida località bagnata dall’estuario della Gironda. Qui nel 1872 di decise di unire la locale tradizione vitivinicola al desiderio di sperimentare e scoprire nuove sensazioni, tipico dello spirito della Belle Époque. Si decise quindi di aggiungere al vino una particolarissima infusione di erbe locali, spezie e radici. Che ben presto divennero una delle mode più stuzzicanti nei café letterari più in voga di tutto il Paese.

Una tradizione sempre moderna

 

Oggi la tradizione del Lillet resiste e viene tramandata su suolo francese con gelosa devozione. E ancora oggi quando in un qualsiasi locale transalpino ci si vuole godere un breve diversivo, e un brindisi intimo e spensierato magari su un tavolino di ferro battuto in onore ai salotti in voga nell’Ottocento, non si può prescindere da un calice di Lillet.

Lillet Rouge – Lillet

15,90

Un sorso di Belle Époque, direttamente a casa tua. Se volete assaporare gli stessi aromi che ispirarono e fecero innamorare Paul Gauguin, Edgar Degas o Henri de Toulouse-Lautrec nel florido Ottocento francese, questo è il brindisi che fa per voi. Aperitivo classico della cultura d’Oltremanica, il Lillet Rouge è un sensazionale rosso nato sulle foci della Gironda grazie all’aggiunta di alcol e speciali erbe, spezie e radici con tutti i profumi e i sentori della Francia più profonda. Lucente, come il suo rosso rubino. Intenso, come le note di frutti rossi, agrumi, spezie, rabarbaro, che sprigionerà nelle vostre narici. Per poi liberare il suo sapore morbido e avvolgente, dal sentore tannico e la prolungata persistenza balsamica. Un sorso di classe, per un brindisi degno di chi vuole godersi la vita. E sa che trascorrere insieme una notte indimenticabile è un’arte.

Lillet

 

Di ispirazione per James Bond

 

Pensate all’eleganza e al tormento di James Bond, e al suo amore profondo quanto turbolento per la sensuale e torbida Vesper Lynd. Creando i suoi due immortali personaggi, l’immortale Ian Fleming pensò anche a uno dei classici cocktail della tradizione di 007. Che non comprendeva, questa volta, il classico vermouth italiano, ma un caposaldo dell’antica tradizione francese degli aperitivi: il Lillet. Una storia nata in piena Belle Époque, uno dei periodi più stuzzicanti e ricchi di fascino della storia dei salotti di Parigi e non solo.

Lo spirito della Belle Époque

 

Il Lillet, a dirla tutta, nasce nella zona di Bordeaux. Per la precisione a Pondesac, splendida località bagnata dall’estuario della Gironda. Qui nel 1872 di decise di unire la locale tradizione vitivinicola al desiderio di sperimentare e scoprire nuove sensazioni, tipico dello spirito della Belle Époque. Si decise quindi di aggiungere al vino una particolarissima infusione di erbe locali, spezie e radici. Che ben presto divennero una delle mode più stuzzicanti nei café letterari più in voga di tutto il Paese.

Una tradizione sempre moderna

 

Oggi la tradizione del Lillet resiste e viene tramandata su suolo francese con gelosa devozione. E ancora oggi quando in un qualsiasi locale transalpino ci si vuole godere un breve diversivo, e un brindisi intimo e spensierato magari su un tavolino di ferro battuto in onore ai salotti in voga nell’Ottocento, non si può prescindere da un calice di Lillet.

30 SECONDIStiamo sviluppando il nuovo sito di Bevo.it e vorremmo qualche consiglio da parte tua.

Compila in questionario e ricevi uno sconto del 15% per provare la nuova piattaforma di Bevo.it !

Carrello della spesa
There are no Prodottos in the cart!
Continua a fare acquisti
0