Bevo.it

SPEDIZIONE GRATUITA OLTRE 69 €

Ginger Beer – J.Gasco

1,50

Ginger Beer EVIA è una Ginger Beer light con 19 calorie a base di zenzero e rafano. Senza zucchero, con piccantezza decisa e persistente, è l’ingrediente che fa la differenza in cocktail sia con la vodka sia col gin. Consiglio? Da provare con il mezcal!

J.Gasco

 

C’era una volta in America

 

C’era una volta in America. L’America delle mille opportunità e dalle tante anime, confluite oltre l’Atlantico a inizio Novecento. Opportunità stroncate dalla Grande Crisi e dall’avvento del Proibizionismo. Anni duri, che aiutarono però le menti più brillanti ritrovatesi negli States a inventare qualcosa di nuovo e di diverso per risollevare una realtà troppo oscura per chi coltivava ancora nel cuore il proverbiale Sogno Americano. Come Giuseppe Gasco, partito dall’Italia per raggiungere zio Vito e che nel Nuovo Mondo sarebbe diventato Joseph. Ufficialmente impiegato in una ditta di trasporti, in realtà commerciava illegalmente bevande alcoliche. Un senso degli affari innato, unito allo sprezzo del pericolo: il risultato del suo lavoro è arrivato fino ai giorni nostri, con il nome di J.Gasco.

Intuizione decisiva

 

L’azienda aveva uno scopo: approvvigionare molti tra i più famosi locali di New York. Ma a J.Gasco non bastava, e qui si vide l’intuito dell’uomo d’affari: Joseph si rese presto conto che il mercato clandestino offriva distillati spesso di qualità scadente, in particolare mal sopportati dal palato femminile. Così attinse dalla sapienza del padre, farmacista di professione, e diede una svolta all’attività. Così decise di sperimentare nella preparazione di tonici, digestivi e decotti. Nacquero bibite che, mischiate agli alcolici, diedero vita a cocktail leggeri dal gusto sorprendente.

Il nome che fece la storia

 

Il nome di J.Gasco iniziò quindi a circolare senza sosta per New York e non solo. Tutti volevano assaporare le straordinarie e inedite creazioni di quel piccolo straordinario uomo arrivato da lontano. Per la precisione dall’Italia, o per meglio dire da Gallipoli. La Grande Mela impazzì per colui che ben presto divenne “l’Uomo Gallo” e le sue creazioni: i cocktail appunto. Inevitabile che un nome del genere resistesse anche agli anni del Proibizionismo, che infatti fu abolito nel 1933. Mentre J.Gasco, con una ricerca incessante di qualità e gusto, è arrivata fino ai giorni nostri. Nel nome di Joseph.

Ginger Beer – J.Gasco

1,50

Ginger Beer EVIA è una Ginger Beer light con 19 calorie a base di zenzero e rafano. Senza zucchero, con piccantezza decisa e persistente, è l’ingrediente che fa la differenza in cocktail sia con la vodka sia col gin. Consiglio? Da provare con il mezcal!

J.Gasco

 

C’era una volta in America

 

C’era una volta in America. L’America delle mille opportunità e dalle tante anime, confluite oltre l’Atlantico a inizio Novecento. Opportunità stroncate dalla Grande Crisi e dall’avvento del Proibizionismo. Anni duri, che aiutarono però le menti più brillanti ritrovatesi negli States a inventare qualcosa di nuovo e di diverso per risollevare una realtà troppo oscura per chi coltivava ancora nel cuore il proverbiale Sogno Americano. Come Giuseppe Gasco, partito dall’Italia per raggiungere zio Vito e che nel Nuovo Mondo sarebbe diventato Joseph. Ufficialmente impiegato in una ditta di trasporti, in realtà commerciava illegalmente bevande alcoliche. Un senso degli affari innato, unito allo sprezzo del pericolo: il risultato del suo lavoro è arrivato fino ai giorni nostri, con il nome di J.Gasco.

Intuizione decisiva

 

L’azienda aveva uno scopo: approvvigionare molti tra i più famosi locali di New York. Ma a J.Gasco non bastava, e qui si vide l’intuito dell’uomo d’affari: Joseph si rese presto conto che il mercato clandestino offriva distillati spesso di qualità scadente, in particolare mal sopportati dal palato femminile. Così attinse dalla sapienza del padre, farmacista di professione, e diede una svolta all’attività. Così decise di sperimentare nella preparazione di tonici, digestivi e decotti. Nacquero bibite che, mischiate agli alcolici, diedero vita a cocktail leggeri dal gusto sorprendente.

Il nome che fece la storia

 

Il nome di J.Gasco iniziò quindi a circolare senza sosta per New York e non solo. Tutti volevano assaporare le straordinarie e inedite creazioni di quel piccolo straordinario uomo arrivato da lontano. Per la precisione dall’Italia, o per meglio dire da Gallipoli. La Grande Mela impazzì per colui che ben presto divenne “l’Uomo Gallo” e le sue creazioni: i cocktail appunto. Inevitabile che un nome del genere resistesse anche agli anni del Proibizionismo, che infatti fu abolito nel 1933. Mentre J.Gasco, con una ricerca incessante di qualità e gusto, è arrivata fino ai giorni nostri. Nel nome di Joseph.

30 SECONDIStiamo sviluppando il nuovo sito di Bevo.it e vorremmo qualche consiglio da parte tua.

Compila in questionario e ricevi uno sconto del 15% per provare la nuova piattaforma di Bevo.it !

Carrello della spesa
There are no Prodottos in the cart!
Continua a fare acquisti
0